Che cos’è la mediazione familiare sistemica?

La mediazione familiare sistemica e i suoi vantaggi.

L’approccio sistemico, nell’ambito della mediazione familiare, dà la possibilità a tutti i componenti di un gruppo di trarre vantaggio e opportunità di crescita dagli scontri e dai conflitti promuovendo la comunicazione attiva e la riorganizzazione della vita privata o coniugale, senza mai dimenticare i diritti dei minori.

–> Scopri anche che cosa fa il mediatore familiare!

In altre parole, la mediazione familiare sistemica propone una lettura delle dinamiche relazionali tenendo conto dell’intero sistema coinvolto, di ogni singolo individuo e di ciò che causa e alimenta il conflitto.

I principi attorno ai quali si articola la mediazione familiare sistemica sono 3:

1. in ogni relazione umana è inevitabile il conflitto, di conseguenza è fondamentale valorizzarne gli aspetti costruttivi ed evolutivi per incoraggiare la crescita di tutti i membri della famiglia;

2. durante un conflitto è importante ampliare il campo di osservazione a tutte le persone coinvolte;

3. rispettando la storia e i rapporti di ogni componente della famiglia, è bene identificare gli obiettivi della mediazione al fine di raggiungere degli accordi solidi e duraturi. Solitamente, il percorso previsto dalla mediazione familiare sistemica si articola in un numero di incontri limitato, finalizzato ad affrontare crisi coniugali e a raggiungere accordi duraturi nel tempo sulle decisioni che riguardano, in caso di separazione, la divisione dei beni e l’affidamento o l’educazione dei minori.

Sono proprio questi, infatti, gli aspetti che alimentano la maggior parte dei conflitti tra parenti dando vita a lunghe questioni irrisolte che logorano le relazioni. Il modello sistemico, considerando la famiglia come un unico insieme di persone diverse, ha il vantaggio di aiutare tutti i componenti di un gruppo, singolarmente e insieme, a superare le fasi critiche scatenate da un cambiamento.

Chiedici di più sulla mediazione familiare sistemica, scrivici!