Come insegnare a nuotare ai bambini piccoli

Consigli pratici e utili per insegnare a nuotare ai bambini piccoli in sicurezza. 

I bambini amano l’acqua, in qualsiasi modo venga loro proposta: pioggia, pozzanghere, piccoli ruscelli, fontanelle. Una vacanza al lago o al mare non può che conquistare l’approvazione immediata dei più piccoli.

Così il lago, il mare e la piscina sono le mete più desiderate dai bambini. Inevitabile, quindi, insegnare loro a nuotare fin dai primi mesi e anni di vita. 

Come-Insegnare-ai-Neonati-a-Nuotare-1024x646 Come insegnare a nuotare ai bambini piccoli

Tuttavia, alcuni bambini formano una sorta di timore nei confronti dell’acqua. In ogni caso, è importante avvicinare i più piccoli al nuoto con serenità, calma e senza alcuna fretta –> Scopri anche come vincere la paura dell’acqua nei bambini! 

Quando iniziare ad andare in piscina con un bambino piccolo 

Non tutti gli esperti consigliano il nuoto ai neonati perché, secondo l’American Academy of Pediatrics, non esistono dati certi e verificati che possano in qualche modo confermare la sua effettiva utilità per i bambini al di sotto dei 4 anni. 

La scelta spetta quindi ai genitori, in linea con le indicazioni del proprio pediatra. Possiamo tuttavia dire che qualsiasi neonato può frequentare piscine, partecipare ai corsi di nuoto, avere contatti e divertirsi con l’acqua.

In ogni caso, è meglio proporre questo tipo di attività quando il bambino ha acquisito abbastanza forza fisica per sollevare la testa. 


Si può portare il bambino in piscina:
• dai 4-6 mesi in poi
• quando riesce a tenere sollevata la testa
• appena le sue condizioni di salute lo permettono
• seguendo le tempistiche del pediatra di riferimento 

Come-Insegnare-a-Nuotare-ai-Bambini-1024x685 Come insegnare a nuotare ai bambini piccoli

Come proporre il primo approccio con l’acqua

Se il primo approccio dei bambini con l’acqua avviene nei primi mesi di vita, l’ideale è naturalmente frequentare un corso dedicato ai più piccoli in piscina.

In questo caso, la mamma e il papà parteciperanno insieme al neonato tenendolo sollevato dall’acqua e rivolto verso di loro, con l’unico obiettivo di aiutare il piccolo a familiarizzare con l’ambiente circostante. 

Nei primi mesi di vita, è sconsigliato proporre al bambino giochi o supporti galleggianti perché non ha ancora una capacità motoria adeguata per gestirli. Si possono però utilizzare delle ciambelle gonfiabili da apporre al collo del bambino per aiutarlo a tenere sempre la testa sollevata. 

5 consigli per la sicurezza dei bambini in piscina 

La sicurezza non è mai abbastanza, soprattutto quando si parla di bambini. Per approfondire il tema, consigliamo di rivolgersi al pediatra o alle associazioni di riferimento sul territorio che si occupano di sensibilizzazione verso questi argomenti.

Consigli utili per la sicurezza dei bambini

1. per i neonati, usare ciambelle apposite per aiutare a tenere sollevata la testa

2. ai bambini più grandi è possibile proporre giochi e strumenti galleggianti: braccioli, ciambelle, materassini

3. non perdere mai di vista i bambini, neanche quelli più grandicelli

4. anche se i bambini hanno frequentato corsi di nuoto, non lasciarli mai soli in piscina 

5. proporre piscine con acqua all’altezza adeguata all’età dei bambini che la usano 

Vuoi saperne di più su come insegnare a nuotare ai bambini piccoli? Frequenta i nostri corsi e diventa Assistente all’Infanzia!