Come calmare il pianto di un neonato

Suggerimenti pratici per calmare il pianto di un neonato velocemente.

Nei primi mesi di vita, un bambino piange principalmente perché ha fame, sonno, sete, caldo o freddo. Anche il pannolino sporco è una fonte di disagio che può dare il via a pianti disperati, così come le classiche colichette e i dentini che crescono. Un bambino molto piccolo può piangere anche semplicemente perché si sente solo, per attirare l’attenzione della mamma e aggiudicarsi una coccola in più.

–> Scopri anche perché i bambini piangono!

Per calmare il pianto di un neonato, quindi, il primo passo da fare è capire che cosa lo ha scatenato. Alcune possibilità, come ad esempio il pannolino sporco, sono facili da verificare e da escludere. Altre, invece, come le coliche, richiedono un po’ più di esperienza (per approfondire clicca qui).

5 metodi per calmare il pianto di un neonato

1. Avvolgi il bambino in una coperta: una volta escluse la fame, la sete o il dolore, prova ad avvolgere il piccolo in una coperta (a meno che non sia molto caldo) a sistemarlo in posizione fetale e a cullarlo dolcemente. Se la causa è la solitudine o un piccolo mal di pancia, qualche carezza lo aiuterà a sentirsi meglio.

2. Usa il marsupio: se stai per uscire o, semplicemente, se vuoi provare a calmare il bambino facendo una passeggiata, non usare il passeggino, ma il marsupio. Il contatto con il tuo corpo ricorderà al bambino i mesi passati nel pancione e lo aiuterà a calmarsi.

3. Concediti una pausa: se ti senti stanca o tesa anche il tuo bambino avvertirà le emozioni negative che stai provando. Chiedi aiuto a qualcuno di cui ti fidi – che siano il tuo compagno, la nonna, la zia o un’amica – e concediti del tempo per rilassarti mentre loro accudiscono tuo figlio per qualche ora.

4. Ascolta della musica: in particolare, i suoni della natura (i più calmi, come il fruscio del mare, il rumore del vento, il ticchettio della pioggia) che possono ricordare il rumore di fondo che sentiva il bambino quando era dentro alla pancia.

5. Proponigli il ciuccio: l’atto in sé del succhiare ricorda ovviamente il rassicurante momento dell’allattamento. Un piccolo ciuccio, quindi, basterà per calmare il piccolo e farlo addormentare velocemente.

Vuoi chiederci altri consigli per calmare

il pianto di un neonato? Scrivici!