La sindrome «bocca-mani-piedi» nei bambini

Cos’è, come si trasmette e come si cura la sindrome «bocca-mani-piedi» nei bambini intorno ai 5 anni.

La sindrome «bocca-mani-piedi» è tipica nei bambini intorno ai 5 anni e si manifesta con un’irritazione cutanea, simile alle bollicine della varicella, localizzata solamente intorno alla bocca, sui palmi delle mani e sulla pianta dei piedi. Può causare febbre lieve, stanchezza e malessere generale. Qui sotto rispondiamo a tutti i dubbi più frequenti su questa sindrome.

–> Scopri come la terapia può aiutare i bambini!

È contagiosa?

La sindrome «bocca-mani-piedi» è un’infezione virale, di conseguenza è anche contagiosa, ma si trasmette solo per via orale e per contatto diretto con saliva, feci e secrezioni nasali. Si manifesta di solito nei bambini (fino ai 10 anni), ma può essere trasmessa anche agli adulti.

Quali sono i sintomi?

La sindrome «bocca-mani-piedi» non è pericolosa e, di solito, si risolve da sé nel giro di qualche settimana. Nella maggior parte dei casi i sintomi sono:

• 38-39 °C di febbre;

• gola arrossata e tosse;

• infiammazione del cavo orale, delle tonsille, della lingua e delle gengive;

• malessere diffuso e perdita dell’appetito;

• vesciche acquose su bocca, mani e piedi.

A volte, la sindrome «bocca-mani-piedi» può causare anche vomito e dolori addominali.

Come si cura?

È fondamentale non graffiare o scoppiare le vesciche che si creano sulle zone del corpo interessate perché il liquido interno, a contatto con altre superfici della pelle, può diffondere ulteriormente l’infezione.

La cura di questa sindrome consiste nella semplice gestione dei sintomi, quindi nell’applicazione di collutori per alleviare le ulcere del cavo orale e nella somministrazione di farmaci per attenuare il dolore. Prima di procedere con qualsiasi diagnosi o cura, è importante contattare il proprio pediatra.

Dopo quanto tempo scompaiono le bolle?

Di solito, nel giro di 10 giorni al massimo il rash cutaneo scompare, insieme agli altri sintomi.

Vuoi saperne di più sulla sindrome

«bocca-mani-piedi» nei bambini? Contattaci!