Tornare a camminare grazie agli esoscheletri

Esoscheletri: in un futuro non molto lontano, si potrà davvero tornare a camminare nonostante la paralisi degli arti inferiori?

Gli esoscheletri sono delle protesi robotiche rivoluzionarie che permettono, a chi ha perso l’uso delle gambe a causa di lesioni spinali, ictus, patologie neurologiche, sclerosi multipla e altre patologie di tornare a camminare e a muoversi in autonomia.

–> Scopri Bircle, l’app italiana per disabili motori!

La struttura robotica degli esoscheletri sostiene il corpo dall’esterno attraverso una sorta di «armatura» che può essere facilmente tolta e indossata grazie a dei semplicissimi attacchi da posizionare sopra ai pantaloni e a due classiche stampelle.

Questi esoscheletri sono stati inizialmente progettati e creati in ambito militare e, oggi, arrivano finalmente in tutto il mondo proponendosi come i sostituti definitivi delle sedie a rotelle.

Gli esoscheletri per disabili motori sono controllati da 4 motori elettrici alimentati a batteria che vengono posizionati all’altezza di anche e ginocchia. Dei sensori sostengono il corpo compensando la forza mancante negli arti inferiori della persona che li indossa controllando, ben 500 volte al secondo, ogni movimento. Tutto questo garantisce fluidità dei movimenti e stabilità.

Oggi, la struttura viene realizzata in acciaio e in carbonio, può essere regolata in altezza, pesa circa 20 kg, ma questi dettagli tecnici variano in base al modello scelto. Per ora, esistono diversi prototipi, come ad esempio l’italiano Phoenix, i giapponesi Hal e Walking Assist, il neozelandese Rex, l’israeliano ReWalk e il californiano Ekso.

L’unico vero ostacolo rimane il prezzo: gli investimenti necessari per acquistare queste tecnologie oscillano tra i 69 e i 150 mila euro, ad eccezione di Walk Assist che è disponibile, in Giappone, per circa 333 € al mese. Gli esoscheletri, al momento, vengono utilizzati quasi esclusivamente da strutture sanitarie o di riabilitazione, ma noi non vediamo l’ora che diventino una splendida realtà per le persone con disabilità motoria.

Per chiederci altre informazioni su come tornare a camminare grazie agli esoscheletri, scrivici!