Cos’è e come si convive con la disabilità sensoriale all’udito

disablità uditiva

Con il termine “sordità” o “disabilità sensoriale all’udito” si intende la riduzione o la mancanza della capacità di sentire i suoni. La parola sordità indica quindi sia il deficit sensoriale uditivo, sia l’handicap che ne deriva.

Il grado di disabilità uditiva si misura in decibel. È considerata lieve la sordità che conta un valore tra 20 e 40 decibel; media se è compresa tra 40 e 70 decibel; grave se misura invece valori tra 70 e 90 decibel e profonda se è uguale o superiore a 90 decibel.

I bambini che nascono con sordità lieve riescono a sviluppare il linguaggio come tutti gli altri loro coetanei. Non hanno difficoltà a comprendere il significato delle parole, anche se possono a volte confondere alcune lettere e fonemi.

Chi cresce invece con sordità di livello medio incontra necessariamente degli ostacoli nello sviluppo del linguaggio parlato e nella comprensione delle parole. Per farsi capire, i familiari e gli amici dei bambini con disabilità all’udito di livello medio possono aumentare il volume della voce in presenza del piccolo, ma ciò non toglie che siano necessari un percorso logopedico e l’installazione precoce di una protesi.

Le persone con sordità grave, invece, non percepiscono alcun suono del parlato. Se si parla con loro a voce molto alta possono capire durata e ritmo delle parole, ma solo un intervento logopedico può aiutarli a imparare a parlare a loro volta. Prima inizieranno le lezioni di logopedia e migliori saranno i loro risultati. Molte persone con sordità totale riescono, oltre a leggere le labbra, anche a imparare a parlare, controllare la voce attraverso le vibrazioni delle corde vocali e perfino a cantare.

Nel video di seguito, Roberto Ellero, del sito webmultimediale.org, ci spiega come creare e caricare on line video fruibili da persone non vedenti e non udenti. Il tutto mediante l’utilizzo di strumenti gratuiti e open source reperibili in rete.

Fonte: Segretariato Sociale Rai

Vuoi saperne di più su come si convive con la disabilità sensoriale all’udito? Contattaci subito!