Come aiutare un disabile afasico

L’afasia è una disabilità ancora poco conosciuta con cui convivono attualmente circa 150mila italiani. In questa breve guida, introduciamo qualche consiglio per aiutarti a capire come aiutare un disabile afasico.

Una persona afasica presenta difficoltà nella produzione delle parole, ma non nella comprensione e nella comunicazione in generale; chi accompagna le persone con afasia nella vita di tutti i giorni deve quindi conoscere dei metodi alternativi per comunicare con loro.

Di seguito, vediamo nel dettaglio come aiutare un disabile afasico.

Durante il decorso della patologia – che tocca il 30% delle persone colpite da ictus – è importante insegnare ai disabili afasici delle forme di comunicazione alternative al parlato e allo scritto in grado di compensare la loro disabilità. La Comunicazione Alternativa Aumentativa e la Comunicazione Iconica individuano alcuni sistemi utili anche per entrare in contatto con le persone affette da Autismo.

Gli interventi di Comunicazione Alternativa Aumentativa (CAA) consistono in una serie di progetti che integrano le capacità comunicative delle persone e creano loro le condizioni più adatte per tradurre i propri pensieri tramite segni, gesti e immagini. Molti progetti di CAA prevedono attività di Comunicazione Iconica.

La Comunicazione Iconica, infatti, insegna a trasmettere messaggi diversi attraverso l’utilizzo di immagini o simboli ai quali vengono associati dei significati. Uno dei sistemi di comunicazione iconica più conosciuti è il Picture Communication Symbols (PCS) o Bliss. Questo metodo propone un set di oltre 4800 immagini progettate, migliorate e testate negli anni, con le quali è possibile comunicare a un interlocutore i concetti associati in modo immediato.

Il web e gli strumenti informatici permettono di personalizzare i sistemi di comunicazione alternativa. Grazie alle nuove tecnologie, infatti, il metodo iconico diventa così semplice che spesso viene utilizzato anche dai bambini. Invece di raccontare “questa mattina sono andato a scuola in auto con la mamma” un bambino afasico può disporre e mostrare la propria foto, la foto dell’auto della mamma, la foto della mamma e la foto della scuola.

Vuoi imparare come aiutare un disabile afasico? Iscriviti ai nostri corsi, contattaci!