Chiara Bordi, disabile a Miss Italia 2018

La bellezza delle diversità: la storia di Chiara Bordi, disabile a Miss Italia 2018.

Poco più di un mese fa, l’appuntamento di Miss Italia è diventato il palcoscenico di una grande lezione di vita e di coraggio da parte di Chiara Bordi. 18 anni, studentessa, modella e barista, Chiara ha sfilato sulla passerella esattamente come tutte le altre ragazze, ma con una marcia in più: la sua disabilità, che la rende capace di vedere oltre ciò che i canoni estetici impongono per dare valore alla vera essenza di ognuno di noi, alla nostra unicità.

La presenza di Chiara ha fatto subito scalpore in passerella a causa della sua protesi a una gamba che, tuttavia, non le impedisce di svolgere nessun tipo di attività, dallo sport alle sfilate sui tacchi più alti –> Scopri le storie di altri disabili famosi!

Chiara-Bordi-Disabile-a-Miss-Italia-2018 Chiara Bordi, disabile a Miss Italia 2018
Chiara Bordi, 18 anni di Tarquinia, partecipa a Miss Italia 2018 con una protesi alla gamba. È la prima donna con disabilità a sfilare in finale.

L’incidente che le ha causato la disabilità di oggi non è stato affatto semplice da affrontare, come lei stessa afferma in numerose interviste presenti online e su magazine nazionali. Tuttavia, oggi Chiara dimostra una forza e un entusiasmo sorprendenti nei confronti della vita e di qualsiasi sfida le si ponga davanti, a partire dalla concezione che gli italiani possono avere nei confronti delle disabilità.

L’idea di partecipare a Miss Italia 2018

A settembre 2018, dopo diverse esperienze come modella, Chiara si candida all’appuntamento annuale di Miss Italia. Dopo le preselezioni, le selezioni e la sfilata in diretta insieme alle 33 finaliste, arriva ad aggiudicarsi il terzo posto in classifica, ma non senza difficoltà.

Proprio durante la trasmissione, non sono mancati i messaggi e i commenti negativi nei confronti della sua disabilità da parte del pubblico italiano. L’ennesima prova che, evidentemente, il nostro Paese deve fare ancora molta strada per considerare la diversità un’assoluta normalità.

«Sto facendo tutto questo per mostrare alle persone ottuse (appunto) che una ragazza senza un arto può gareggiare al pari di tutte, che la diversità non è vincolante, che la vita non si interrompe mai ed è sempre bella, anche quando sembra che ce l’abbia con te, che da un dramma si rinasce e si cresce più forti di prima, tutto sta nel saper reagire» (Chiara Bordi)

Chiara è la prima donna con disabilità a sfilare a Miss Italia. Questa conquista la rende in assoluto e senza dubbio l’unica vincitrice del primo post al podio del concorso, ma non solo. Ciò che conferma la sua vittoria in un palco molto più importante – quello della vita – sono la sua forza, il suo coraggio, la sua indiscussa capacità di mostrarsi liberamente e di amarsi totalmente nella sua unicità.

Lo scontro con gli haters: Chiara risponde

Chiara non si è data per vinta a Miss Italia come non si è mai data per vinta nella vita, neanche davanti ai tanti italiani che hanno commentato la sua disabilità dimostrando un’ignoranza senza pari. La sua risposta agli haters dimostra ancora una volta la sicurezza e la saggezza che la contraddistinguono.

Video da incorporare: https://youtu.be/-j-kQ412Lf4

Scopri le storie di tanti altri disabili famosi. Iscriviti ai nostri corsi e diventa Assistente ai Disabili!