Musicisti e cantanti disabili famosi: 3 storie uniche

3 storie di cantanti disabili famosi che hanno fatto della musica il loro lavoro.

Da Ezio Bosso ad Andrea Bocelli, da Ray Charles a Stevie Wonder: la musica non ha confini e non pone limiti alla libertà di espressione di chi la pratica con entusiasmo e con passione. Realizzare il sogno di suonare uno strumento a livello professionale richiede tempo, dedizione, studio infinito e tanti sacrifici, oltre a una buona dose di fortuna, ma può trasformarsi in realtà per tutti, senza distinzioni.

La musica, così come tutte le forme d’arte, permette di comunicare oltre le parole e di arrivare a un livello più profondo della condivisione empatica. A maggior ragione, diventa un vero e proprio strumento espressivo per chi cerca canali di comunicazione alternativi a quelli tradizionali.

Musicisti-Disabili-Famosi-1024x673 Musicisti e cantanti disabili famosi: 3 storie uniche

Sono davvero tanti i nomi dei cantanti e dei musicisti famosi che hanno costruito la loro fama senza lasciarsi limitare dalle disabilità o dai timori che spesso ne derivano –> Scopri anche la storia di Stevie Wonder!

La passione sconfinata di Ezio Bosso

Ezio Bosso non voleva essere nominato come un esempio di vita. Lui si considerava “solo” un musicista, per noi è inevitabile pensarlo come un grande uomo totalmente dedito allo studio della musica di qualità.

Ezio Bosso è morto nel 2020 all’età di 48 anni, dopo aver convissuto con una malattia neurodegenerativa che ha compromesso la coordinazione delle mani, impedendogli quindi dal 2019 di continuare a suonare.

“Sono un uomo con una disabilità evidente in mezzo a tanti uomini con disabilità che non si vedono” (Ezio Bosso)

Nel 2016, Ezio ha partecipato al Festival di Sanremo nonostante la malattia, portandosi a casa l’ammirazione e la stima del suoi colleghi e di tutti gli spettatori.

La storia di Andrea Bocelli

Chi non conosce Andrea Bocelli? Nel nostro Paese, Andrea è considerato uno dei migliori musicisti contemporanei e, a differenza di quanti pensano, la sua disabilità visiva non è una caratteristica con cui convive dalla nascita, ma è comparsa all’età di 12 anni rendendolo ipovedente.

Oltre al diploma del Conservatorio, Andrea ha ottenuto una laurea in Giurisprudenza, ma ha deciso di dedicarsi totalmente alla musica, la sua vera passione, diventando un’icona in tutto il mondo.

Il mito di Ray Charles

Ray Charles è un vero mito della musica soul, non serve neanche dire che è stato un contante e un pianista statunitense. Anche lui come Andrea Bocelli perse la vista da bambino, a 6 anni, molto probabilmente proprio a causa di un glaucoma.

La sua carriera è costellata solo di grandissimi successi musicali. I suoi brani, famosi in tutto il mondo, resistono nelle classifiche come i più amati in assoluto per i cultori del genere.

Vuoi conoscere altri disabili famosi? Frequenta i nostri corsi e diventa Assistente ai Disabili!