Come organizzare un bagno per disabili

Tutte le caratteristiche, le dimensioni e gli spazi di manovra necessari per considerare a norma un bagno per disabili.

Come tutti gli ambienti domestici e non solo, anche il bagno prevede misure e caratteristiche specifiche quando destinato a persone che convivono con qualche disabilità fisica.

Ampi spazi di manovra, maniglioni di sicurezza, piatti doccia a filo pavimento: sono solo alcuni dei tanti requisiti richiesti perché i bagni destinati ai disabili in luoghi specifici risultino a norma. Parliamo di ambienti come edifici privati o di nuova costruzione, poli residenziali pubblici e ristrutturazioni private anche se preesistenti all’approvazione del Decreto del Ministro dei lavori pubblici (14 giugno 1989 n. 236) che regolamenta le caratteristiche di accessibilità dei locali.

Misure-Bagno-per-Disabili-1024x768 Come organizzare un bagno per disabili

Le normative per l’accessibilità non riguardano esclusivamente i locali adibiti ai servizi igienici, ovviamente, ma anche tante altre aree degli ambienti residenziali o di interesse pubblico e sociale –> Scopri anche come rendere la cucina adatta ai disabili!

Gli spazi di manovra nel bagno per disabili

Esistono manuali e indicazioni molto specifici per chi si occupa della progettazione degli ambienti, in particolare se destinati ai disabili. Ciò che è fondamentale tenere a mente, al di là dei parametri tecnici prestabiliti, sono gli spazi di manovra e gli spazi di accostamento ai sanitari.

Questi parametri devono essere tenuti in considerazione a maggior ragione se il bagno in questione è di nuova costruzione, ma anche nel caso in cui si dovesse rimettere a norma il locale attraverso una ristrutturazione.

Alcuni parametri utili per calcolare gli spazi
– 150 cm: il raggio di manovra tra il water e il lavandino
– 80 cm: altezza del lavello da terra
– 45-50 cm: altezza del wc da terra
– 75-80 cm: distanza dal muro alla parte finale della tavoletta del wc
– 100 cm: spazio minimo libero tra il wc e il lato con la barra ribaltabile
– 80 cm: altezza dei maniglioni di sicurezza
– 75 cm: larghezza minima della porta

Gli elementi necessari in un bagno per disabili

Anche per quel che riguarda gli elementi funzionali all’arredo dei bagni esistono normative specifiche da rispettare. Ciò che non può assolutamente mancare? I maniglioni di sicurezza ovunque, lo spazio di manovra ampio, la seduta all’interno della doccia e la barra ribaltabile a fianco del wc.

Cosa non può mancare in un bagno a norma per disabili

  • maniglioni di sicurezza vicino al wc
  • maniglioni di sicurezza vicino al lavabo
  • maniglia di sicurezza all’interno della doccia
  • barra ribaltabile di fianco al wc
  • specchio reclinabile
  • doccia con piatto a filo pavimento
  • doccia con seduta di sicurezza
  • campanello di emergenza

Nel caso in cui fosse presente, al posto di una doccia, una vasca da bagno, bisogna tener conto che serve uno spazio libero di almeno 140X80 cm a fianco della vasca per potervici accostare un’eventuale carrozzina.

Sicurezza-per-il-Bagno-dei-Disabili-1024x682 Come organizzare un bagno per disabili

Raccomandiamo di consultare canali e documentazione specifica ufficiale prima di eseguire qualsiasi progettazione o ristrutturazione di ambienti destinati a ospitare persone con disabilità fisica e di coinvolgere professionisti del settore.

Vuoi capire ancora meglio come organizzare un bagno perfetto per disabili? Frequenta i nostri corsi e diventa Assistente ai Disabili!