Come funziona «Voices of Life», l’app per bambini prematuri

«Voices of Life»: l’app per comunicare a distanza con i bambini prematuri.

«Voices of Life» è un’app per smartphone, ancora in fase di programmazione, annunciata qualche mese fa da Samsung. L’app, secondo le anticipazioni, dovrà sincronizzarsi con un microfono installato all’interno delle incubatrici per permettere ai genitori dei bambini nati prematuramente di stabilire un contatto emozionale più profondo, anche a distanza, attraverso la voce, ma non solo.

–> Scopri anche come fare il massaggio per le coliche!

Oggi, nella maggior parte dei casi, la nascita prematura non costituisce più un vero e proprio rischio per la sopravvivenza di un bambino. La sfida più difficile a cui vengono messi davanti i genitori è la lontananza dal loro piccolo, a volte anche di alcuni mesi, in una situazione che comporta inevitabili preoccupazioni.

Per permettere alle mamme e ai papà di stabilire un contatto emotivo più forte con i bambini «precoci», Samsung sta sviluppando l’app «Voices of Life». Quest’app potrà riconoscere e registrare le pulsazione della madre o del padre e inviarle, con un suono ovattato, all’interno della termoculla in cui si trova il piccolo, per simulare il più possibile la stessa atmosfera della gestazione.

Inoltre, l’applicazione permetterà di inviare registrazioni vocali a qualsiasi ora del giorno e della notte, cosa che, secondo Samsung, aiuterà non solo i bambini a ricordare le voci delle loro famiglie, ma anche i genitori ad affrontare il difficile periodo di separazione dai loro figli prematuri.

Samsung non ha ancora rivelato quando sarà disponibile «Voices of Life», né in quali Paesi e ospedali sarà installata. Al momento, l’azienda si concentra sull’utilità e sull’efficacia del mezzo che, secondo alcune ricerche, potrebbe prevenire l’insorgere di alcuni disturbi del linguaggio o dell’attenzione nei piccoli nati prima dei 9 mesi.

Vuoi saperne di più sull’app per

bambini prematuri Voices of Life? Contattaci!