Prevenzione piaghe da decubito

Guida introduttiva per assistere un disabile allettato ed eseguire le tecniche di prevenzione delle piaghe da decubito.

Da qualche anno, a causa di un ictus, Giorgio non riesce più a camminare. Ha imparato a usare la sedia a rotelle e a spostarsi da solo, ma il dottore gli ha raccomandato di prestare molta attenzione alla prevenzione delle piaghe da decubito, lesioni cutanee causate dall’eccessiva pressione di alcune parti del corpo contro la superficie carrozzina o del letto.

Proprio per questo, Luca, un assistente domiciliare per disabili, lo sta aiutando a gestire la casa e a tutelare il suo benessere. Per prevenire la formazione di piaghe da decubito Luca cerca di evitare che Giorgio scivoli sul lettino e che sfreghi la pelle contro le lenzuola durante gli spostamenti. Alcuni movimenti, infatti, possono creare delle microlesioni che, in poco tempo, possono portare alla necrosi dei tessuti e quindi alla formazione di piaghe da decubito.

Luca sa bene che una delle principali tecniche di prevenzione delle piaghe da decubito consiglia di sollevare alcune parti del corpo del disabile allettato con dei cuscini. Talloni, ginocchia e zona lombare sono i primi a necessitare di punti d’appoggio morbidi e confortevoli. Inoltre, ogni due ore, Luca aiuta il suo paziente a cambiare posizione, in modo che il corpo non pesi sullo stesso punto per troppo tempo.

Luca controlla anche la dieta di Giorgio e cerca di fargli bere almeno un litro e mezzo di acqua ogni giorno; cambia frequentemente la biancheria del letto; lava, pulisce e tampona spesso la pelle di Giorno, soprattutto quando gli cambia il pannolone; cambia e tende bene le lenzuola per fare in modo che alcune pieghe non creino spessori sulla superficie e dopo ogni pasto controlla che non ci siano briciole tra le coperte.

Vuoi imparare anche tu le tecniche di prevenzione alle piaghe da decubito? Scrivici subito.