Come superare l’ansia da prestazione?

Riflessioni sull’ansia da prestazione: come affrontarla per superarla.

Ansia da prestazione? Parliamone. Dai banchi di scuola all’ufficio, dal campo sportivo fino alla camera da letto, questo meccanismo psicologico interessa moltissime persone comportando, nei casi più complessi, anche ripercussioni sul fisico e sull’organismo.

–> Scopri anche come acquisire consapevolezza di te stesso!

Prima di tutto, cerchiamo di capire di che cosa si tratta. Non sono poche le persone che confondono la normale tensione emotiva concentrata in alcuni momenti della vita con l’ansia da prestazione vera e propria.

Non solo un problema sessuale
Sentiamo parlare di ansia da prestazione soprattutto tra le mura della camera da letto, tuttavia questo fenomeno può manifestarsi a qualsiasi età e in diversi ambiti: scolastico, professionale, sessuale, sportivo e relazionale.

Come si manifesta 

L’ansia da prestazione si manifesta in modo diverso da persona a persona e in base all’ambiente o alla situazione scatenante. Può comportare insonnia, tensione emotiva, paura di non essere all’altezza della situazione, sudorazione, difficoltà espressive, dolore fisico localizzato, mal di testa, rigidità fisica, difficoltà a raggiungere l’orgasmo o a mantenere l’erezione.

Come affrontare l’ansia da prestazione
Partiamo dal presupposto che, una volta escluse eventuali patologie fisiche, l’ansia da prestazione è esclusivamente un problema di origine psicologica e mentale.

Di conseguenza, tutto ciò che può scatenare – come il panico durante un colloquio, la paura durante un rapporto sessuale, i balbettii durante un esame – non sono irreversibili, ma dipendono esclusivamente da noi, da qualcosa che ci impedisce di vivere un momento particolare in modo spontaneo, leggero e liberatorio.

Purtroppo non esistono trucchi, esercizi preconfezionati e universali o filtri magici per superare l’ansia da prestazione da un giorno all’altro. Il percorso comporta indagini interiori ad hoc che non possono essere vissuti in solitudine, ma al fianco di un counselor (nei casi lievi) o di uno psicoterapeuta (nei casi in cui le difficoltà siano molto complesse e insite nei meccanismi mentali della persona).

Chiedici altri consigli per superare

l’ansia da prestazione, scrivici!