Come prepararsi a diventare genitori in 5 mosse

5 consigli per capire come prepararsi al grande passo di diventare genitori.

Carlo e Lucia sono due nostri lettori di Bolzano che, dopo qualche anno di convivenza, si sentono tutti e due pronti per accogliere un bambino nella loro famiglia. Ci hanno scritto chiedendoci dei consigli per prepararsi a diventare genitori e per capire se basta davvero solo volerlo per essere pronti ad affrontare questo importante passo. In questo post rispondiamo a Carlo e a Lucia consigliando 5 mosse per iniziare il cammino. Tuttavia: genitori non si nasce, si diventa con il tempo e con l’esperienza!

–> Come essere dei bravi genitori? Scoprilo qui!

1. Valutate il vostro rapporto attuale

Per accogliere un bambino dovete prima di tutto capire a fondo se il vostro rapporto è forte, stabile ed equilibrato. Perché? Perché il primo figlio vi farà vivere esperienze bellissime, ma vi creerà anche un po’ di disordine (e non solo in casa): cambierà per forza di cose le vostre abitudini e vi obbligherà a riorganizzare anche il vostro mondo interiore. In poche parole: vi cambierà. Siete pronti per cambiare insieme?

2. Adottate un animaletto domestico

Sembra un consiglio ironico, ma in realtà è molto utile per sperimentare il proprio grado di organizzazione e le proprie capacità di adattamento. Adottare un gatto o un cane vi farà vivere – anche se in modo molto soft – diversi lati della vita genitoriale: non dovrete infatti solo riorganizzare gli spazi domestici, ma anche nutrirlo, curarlo, insegnargli le regole della casa, dedicargli del tempo ogni giorno e così via. Se dopo i primi 6-7 mesi sarete pazzi del vostro amico a quattro zampe, passate al prossimo punto.

3. Chiedete agli amici che ci sono già passati

Gli amici che sono già diventati genitori potranno aiutarvi tantissimi in questo momento, ma non abbiate paura ad ascoltare anche le esperienze negative: se siete davvero pronti per fare un figlio, non vi faranno cambiare idea.

4. Parlatene insieme a una persona esterna

Che sia un amico, un counselor, un prete o uno dei vostri genitori non cambia nulla: se ne sentite il bisogno, parlate apertamente con una persona che entrambi ritenete molto importante e con la quale vi sentite tutti e due liberi di esprimervi sinceramente. A volte una terza persona cambia completamente le modalità di conversazione, ve ne siete accorti?

5. Riflettete in solitudine

Potete farlo mentre ascoltate la musica, scrivendo su un diario, parlando tra voi e voi mentre siete bloccati in mezzo al traffico, basta che queste attività vi permettano di pensare da soli, senza il partner e senza influenze esterne. A voi non potrete mentire.

Chiedici altri consigli per capire

come prepararsi a diventare genitori!