Come aiutare i ragazzi sordomuti a scuola

I nostri consigli per aiutare i ragazzi sordomuti a scuola a integrarsi con la classe e a interagire durante le lezioni.

Possiamo dire con certezza che, nel nostro Paese, a scuola i ragazzi sordomuti si trovano ad affrontare ogni giorno difficoltà legate, sostanzialmente, alla comunicazione. Attualmente, infatti, le lezioni avvengono esclusivamente attraverso lezioni frontali e le verifiche moto spesso tramite interrogazioni. Entrambe le modalità interessano esclusivamente il canale acustico-verbale e, di conseguenza, penalizzano notevolmente i ragazzi sordomuti.

–> Impara a leggere le espressioni del viso

L’APPRENDIMENTO IN AULA

Ecco alcune cose da fare per aiutare i ragazzi sordomuti a scuola durante le ore di lezione:

• controlla che l’aula sia ben illuminata e che il viso del docente sia sempre in luce;
• evita di alzare troppo la voce perché deforma l’articolazione labiale delle parole;
• non scandire le parole, ma pronunciale con un ritmo rallentato;
• mentre parli, prolunga il suono delle vocali;
• evita di usare troppo frequentemente frasi subordinate;
• sintetizza alla lavagna, con degli schemi, quel che stai spiegando.

LE VALUTAZIONI 


Devi dare un voto a un ragazzo sordomuto? Le verifiche scritte e i questionari a risposta multipla sono ovviamente l’ideale per verificare al meglio le competenze di un ragazzo con questo tipo di disabilità. Per verificare invece la comprensione orale, limitati a chiedere “che cosa ho detto?” e non “hai capito?” perché a quest’ultima domanda tutti gli alunni – e non solo quelli sordomuti – tendono a rispondere in senso affermativo anche quando, invece, non hanno effettivamente compreso quanto spiegato.

I MEZZI TECNOLOGICI

Un computer da collegare alla rete è fondamentale per aiutare i ragazzi sordomuti a scuola e permettere loro di prendere appunti facilmente, scavalcando i problemi della composizione scritta e favorendo l’auto-correzione degli errori ortografici.

Alcuni testi appositamente studiati per essere letti tramite computer, permettono inoltre di scoprire il significato dei termini passando con il mouse sopra alle parole e arricchendo di conseguenza il vocabolario dei ragazzi.

Le lavagne interattive, invece, aiutano lo svolgimento degli esercizi durante le ore di lezione. Collegando il computer di un ragazzo alla lavagna, infatti, è possibile mostrare direttamente alla classe quello che sta facendo.

Vuoi saperne di più su come aiutare i ragazzi sordomuti a scuola? Scrivici!