Come gestire il dolore cronico nell’anziano

Suggerimenti per aiutare gli anziani a convivere con il dolore cronico e a mantenere una discreta qualità della vita.

Il dolore è un campanello d’allarme che il nostro corpo utilizza per segnalare quando qualcosa non funziona come dovrebbe. Non è mai da sottovalutare, neanche quando gli anni iniziano ad aumentare e chi lo prova è un anziano.

Non sono pochi i senior che convivono quotidianamente con il dolore cronico, in parte per paura di comunicare i propri sintomi e scoprire delle patologie; in parte a causa della difficoltà nell’identificare un dolore singolo in condizioni di salute già compromesse da altre malattie.

Dolori-Cronici-negli-Anziani-1024x696 Come gestire il dolore cronico nell’anziano

Il dolore cronico influenza notevolmente la qualità della vita degli over 65. Le difficoltà e le limitazioni portano conseguenze potenzialmente degenerative sotto il punto di vista fisico, ma anche sul piano mentale –> Scopri come distinguere tristezza, depressione e demenza senile negli anziani!

Le cause del dolore cronico negli anziani 


Il dolore costante nell’anziano può comparire come ripercussione di diverse patologie, tra cui ad esempio l’artrite e l’osteoporosi, ma anche la nevralgia posterpetica, l’ictus ischemico, il Parkinson e non solo.

Tuttavia, non è mai una condizione da normalizzare: il dolore cronico va trattato esattamente come qualsiasi altro tipo di malattia.

Gli effetti del dolore cronico negli anziani 


Il dolore persistente modifica le abitudini e limita l’autonomia personale. Il rischio, a questo punto, è che gli anziani che soffrono di dolore cronico arrivino ad estremizzare la loro condizione fino a raggiungere una vera e propria disabilità fisica e motoria.

Il dolore cronico negli anziani causa:
• riduzione dell’autonomia
• limitazione della mobilità
• isolamento sociale
• tristezza e depressione
• astenia

Da non sottovalutare, inoltre, le conseguenze sulla psiche: il dolore, le difficoltà, la sedentarietà e la tristezza possono portare, a lungo andare, a una vera e propria depressione.

Dolore-Osseo-negli-Anziani-1024x682 Come gestire il dolore cronico nell’anziano

Come aiutare gli anziani a convivere con il dolore cronico

Gli anziani che convivono con il dolore costante possono essere aiutati in diversi modi: cercando cure aggiuntive, evitando di sottovalutare il loro problema, incoraggiandoli a mantenere un buon livello di autonomia, stimolandoli a coltivare i rapporti sociali e le abitudini quotidiane.

In caso di dolore cronico, consigliamo prima di tutto di rivolgersi al medico curante dell’anziano e di ricercare insieme a lui la soluzione più adeguata per migliorare la qualità della vita del proprio assistito.

Vuoi saperne di più sul dolore cronico negli anziani? Iscriviti ai nostri corsi e diventa Assistente agli Anziani!