Riconoscere e prevenire le malattie degli anziani

malattie anziano

L’anzianità non è – come spesso si pensa – un momento di declino, al contrario, per molte persone è una delle fasi più piene e consapevoli della vita. Tuttavia è normale che prima o poi il corpo presenti qualche disturbo. Con l’avanzare degli anni i tessuti s’indeboliscono, gli organi diventano più fragili e il corpo cambia, ma questo processo è naturale e normalissimo, non deve quindi spaventare, basterà affrontarlo nel modo giusto, con qualche accortezza e soprattutto in modo consapevole per superarlo al meglio.

Conoscere e capire le malattie degli anziani è il primo modo per vivere alcuni disturbi senza farsi prendere dal panico, dalla depressione o dalla convinzione di essere fuori forma e troppo vecchi per rimediare. Ricordiamoci soprattutto che, al di là dei termini scientifici, il concetto di vecchiaia è decisamente relativo: molte persone che di fatto hanno l’età per essere considerate anagraficamente anziane non lo sono nello spirito e nella mentalità. È comunque importante prendersi sempre cura della propria salute fin da piccoli, ecco quindi qualche informazione per riconoscere e prevenire alcune delle più frequenti malattie degli anziani:

Artrosi, artrite e osteoporosi

L’artrosi è una malattia frequente nell’85% degli anziani che hanno superato i 75 anni d’età. Questa malattia interessa soprattutto le cartilagini delle parti più sottoposte a usura come ad esempio la schiena, le ginocchia, i gomiti e le spalle. I sintomi dell’artrosi sono dolore e rigidità delle articolazioni. Si può distinguere dall’artrite perché normalmente non sono presenti gonfiore e rossore. I cibi consigliati per combattere l’artrosi sono cereali integrali, frutta e verdure fresche.

L’artrite comporta invece l’infiammazione delle articolazioni muscolari, di solito si concentra su mani, gomiti, piedi o ginocchia. Causa dolore, gonfiore, arrossamento e rigidità degli arti interessati. Questi disturbi possono manifestarsi a qualsiasi età anche a causa di un trauma, ma in genere sono più frequenti nelle donne e dopo i 40 anni. Soia, tofu, merluzzo, sardine e salmone sono cibi consigliatissimi per alleviare i sintomi dell’artrite.

Le ossa sono per lo più prese di mira dall’osteoporosi, una malattia che provoca deterioramento del tessuto osseo ed espone chi ne soffre a facili fratture. I principali fattori di rischio dell’osteoporosi sono: diminuzione degli estrogeni durante la menopausa, magrezza, alimentazione povera di calcio, fumo, alcol, sedentarietà e ossa sottili. Può essere ereditaria oppure conseguenza di alcune patologie o dell’assunzione di determinati farmaci. Questa malattia non presenta sintomi specifici, ci avverte attraverso mal di schiena e dolori muscolari. Per prevenire e rallentare l’osteoporosi è bene assumere spesso, ma in quantità equilibrate, latte, formaggi, yogurt, acqua minerale, pesce azzurro, legumi e verdure.

In questo blog puoi leggere anche alcuni consigli per mantenerti in forma grazie alla ginnastica dolce e un’alimentazione corretta.

Vuoi saperne di più su come

riconoscere e prevenire le

malattie degli anziani?

Contattaci.