Intervista a Simona Marchese, assistente infanzia

Simona Marchese ama lavorare con i bambini perché questa professione la fa sentire utile, la incoraggia a migliorare se stessa e ad aiutare gli altri. Dopo il Corso per Assistente all’Infanzia con l’Istituto Cortivo, ha avviato un progetto di lettura partecipata nell’ambito dell’infanzia e oggi ci racconta come sta portando avanti il suo sogno.

Ciao Simona, com’è andata la tua esperienza di studio con l’Istituto Cortivo?
Direi benissimo. Non avevo mai affrontato alcune materie previste nel percorso di studio e, nonostante questo, non ho avuto nessuna difficoltà nel comprendere i contenuti, le lezioni e le dispense condivise.

«”Non mollare mai. Abbi sempre il coraggio di fare quello che ami”. Questo è questo che vorrei dire alla me stessa di qualche anno fa»

In che modo il tirocinio ti ha permesso di completare la tua preparazione?
Ho svolto il tirocinio all’Asilo Gianni Rodari di Salaparuta, in provincia di Trapani. Questa esperienza mi ha dato modo di mettere in pratica la teoria in modo del tutto naturale, infatti ho vissuto ogni giornata in modo spontaneo e mi sono portata a casa una scoperta continua.

Raccontaci com’è nato e come sta andando il tuo progetto di lettura partecipata per l’infanzia…
Nel Comune in cui lavoro, ho deciso di proporre un progetto di lettura partecipata per aiutare i ragazzi ,delle scuole elementari e medie, a capire quanto i libri possano rivelarsi degli amici e degli alleati fondamentali durante la crescita. Il Sindaco e il Vicesindaco hanno accolto con gioia la mia idea ed è tuttora in corso, sta andando molto bene, mi sto attivando per organizzare delle attività rivolte anche ai più piccoli.

«Con i bambini, ogni giorno si scopre qualcosa di nuovo di se stessi. Grazie a loro mi sono scoperta giocherellona, tenera, generosa»

Qual è il tuo sogno professionale nel cassetto?
Ne ho addirittura due: sogno di aprire un Asilo tutto mio e, allo stesso tempo, di avviare una casa famiglia. Mi auguro di farcela, sono sicura che quando si è mossi dalla passione si può arrivare dappertutto e questa è una cosa che noi giovani dovremmo dirci ogni giorno.