Intervista a Laura Stoia

Subito dopo la conclusione del tirocinio, Laura Stoia è stata ufficialmente chiamata a far parte del team della Casa di Riposo Casa Madre, a Ronco dell’Adige, in provincia di Verona. Ogni giorno, mette in pratica la sua propensione più grande: aiutare gli anziani in qualsiasi momento di bisogno.

Ciao Laura, qual è l’aspetto più bello dell’Assistenza agli Anziani?

Prima di tutto, essere d’aiuto a persone che hanno bisogno di Assistenza. Passando del tempo insieme agli anziani ci si rende conto del valore della vita, si cambia prospettiva su molte cose.

Mentre prima non pensavo molto a me stessa e non mi dedicavo tanto tempo, adesso ho voglia di farlo e di valorizzare tutto quello che in passato davo per scontato.

Quali sono i tuoi compiti all’interno della Casa di Riposo in cui lavori?

Mi occupo delle cure assistenziali. Presto aiuto agli ospiti in diverse situazioni quotidiane: dal mangiare all’andare in bagno, dal camminare all’aria aperta alla movimentazione degli anziani allettati fino alla preparazione per andare a dormire.

«Entrare a far parte dell’equipe, subito dopo il tirocinio, è stata una grande soddisfazione. Mi hanno scelta tra altre 3 persone e questo mi ha ripagata di tutto»

Hai avuto modo di confermare le competenze che hai acquisito durante la formazione all’Istituto Cortivo?

Certamente. Per quanto riguarda la pratica, sapevo che cosa dovevo fare nelle diverse situazioni, ma ovviamente essendo alla prima esperienza nell’ambito avevo bisogno di provare e di acquisire più sicurezza. In questo senso, il tirocinio osservativo-pratico è stato fondamentale.

Per quanto riguarda la comunicazione, ho appurato quanto sia stato importante acquisire un vocabolario tecnico e professionale corretto durante le fasi di studio.

Secondo te, che cosa serve per fare il tuo lavoro?

Serve sicuramente una buona preparazione culturale e professionale, ma non possono mancare la pazienza, la sensibilità, l’empatia e il desiderio di aiutare veramente gli altri.