Intervista a Federica De Lutiis

Dopo una laurea in Scienze Biologiche, Federica De Lutiis di Roma, ha deciso di rincorrere il suo sogno e di iscriversi al Corso dell’Istituto Cortivo per diventare Assistente all’Infanzia. Oggi lavora alla Scuola dell’Infanzia Paritaria Procura Generalizzata dell’Istituto della Società di Maria a Roma.


Ciao Federica, che cosa ti ha spinta a specializzarti proprio in Assistenza all’Infanzia?

Dopo la laurea, mi sono iscritta alle graduatorie per iniziare a insegnare, ma sentivo che avevo voglia e bisogno di ampliare le mie conoscenze per quel che riguarda l’approccio e il rapporto con i bambini, soprattutto con quelli più piccoli che sono la mia vera passione.

«Grazie al corso dell’Istituto Cortivo, ho avuto la conferma che questa è la mia vera passione»

Come mai hai scelto proprio l’Istituto Cortivo?

Quando ho fatto il primo incontro conoscitivo con questo ente di formazione, ho capito che sarebbe stato decisivo nel momento del mio inserimento nel mondo del lavoro. L’Istituto Cortivo ha tanti agganci con diverse realtà dell’ambito del sociale e non ho avuto dubbi sul fatto che sarebbe stata un’ottima opportunità.

Quali sono i tuoi compiti a scuola?

Io mi occupo del turno pomeridiano, al momento. Mentre la mattina continuo a tenermi aggiornata, a leggere libri, ad accrescere le mie competenze. Alle 13.00 arrivo a scuola e seguo i bambini dai 18 mesi ai 2 anni durante il pranzo, la pulizia, la pre-nanna, la nanna e la merenda. Verso le 16.30 riordino gli ambienti e i bambini tornano a casa, ma alcune mamme mi hanno già chiesto se posso stare con loro anche oltre l’orario della scuola.

«Iniziare a lavorare in questa scuola subito dopo il tirocinio è stata una soddisfazione immensa. Soprattutto perché non mi ha scelta l’equipe, mi hanno scelta i bambini»

Qual è la cosa più importante che hai studiato e che stai mettendo in pratica?

Mi rendo conto che l’interscambio di competenze con l’equipe è assolutamente fondamentale. Così come la sincerità, la disponibilità e il buon senso. Oltre alle regole dettate dal ruolo che devo ricoprire, il fatto di riuscire a metterci del mio mi rende più pronta, spontanea ed efficace con i bambini.

Secondo te, l’Assistenza all’Infanzia dà prospettive lavorative in Italia?

Direi proprio di sì. Io d’altra parte ho trovato lavoro subito dopo la conclusione del tirocinio e questo significa che le opportunità ci sono. Secondo me, la figura dell’Assistente all’Infanzia, intesa proprio come aiuto e affiancamento all’Educatore, è più conosciuta Nord, ma anche qui a Roma stiamo iniziando a vederla sempre più spesso all’interno delle equipe.

Vuoi avere più informazioni sul Corso di Assistente all’infanzia e sulle altre specializzazioni?