Intervista a Beatrice Zambelli , assistente infanzia

 

Oggi parla Beatrice Zambelli: prima di iniziare il Corso all’Istituto Cortivo per diventare Assistente all’Infanzia, aveva il timore di non riuscire a fare tutto online. Se potesse parlare con la sé del passato, si direbbe “buttati e vai tranquilla che ce la farai!”.

Ciao Beatrice, stai lavorando in questo momento? 

Sì, certo, continuo a lavorare alla “Scuola dell’Infanzia Adele”, a Lainate. È lo stesso Asilo Nido in cui ho svolto il tirocinio e con cui sognavo di lavorare da tanto tempo. Grazie al Corso dell’Istituto Cortivo sono riuscita a entrarci e a vivere delle esperienze concrete meravigliose.

Come è andato lo studio con il programma dell’Istituto Cortivo? 

Benissimo! All’inizio avevo un po’ di ansia perché non sapevo se sarei riuscita a fare tutto online, invece mi sono stupita della qualità dei contenuti e del supporto dei tutor. Le dispense, le video-lezioni e i materiali a disposizione sono risorse fondamentali e ben organizzate. 

«Sono felice di avercela fatta. Posso dire di andare al lavoro ogni giorno con gioia. È una grande conquista» 

Qual è la cosa che ami del più di lavorare con i bambini? 

La purezza. È bello rendersi conto di come i bambini riescano a vedere il mondo con occhi pieni di stupore e di felicità. Gli adulti hanno perso questa capacità, davanti alla routine si annoiano, i piccoli invece trovano ogni giorno un buon motivo per rallegrarsi della vita.

Qual è il tuo sogno nel cassetto? 

Io sto già realizzando pian piano tutti i miei sogni. Posso dire che, nel futuro, voglio continuare a migliorare le mie competenze professionali e costruirmi una famiglia.