Intervista a Beatrice Nuzzello

Beatrice Nuzzello di Porto Venere (SP) lavora da 5 anni come tata privata e animatrice per feste e campi estivi. Ha scelto il corso di Assistente all’infanzia dell’Istituto Cortivo per integrare la sua esperienza pratica con una forte preparazione teorica e rafforzare così la sua professionalità.

Ciao Beatrice, secondo te l’Istituto Cortivo ti ha permesso di integrare le tue competenze?

Lo confermo assolutamente. Quando mi sono iscritta avevo già diversi anni di pratica nel mondo dell’infanzia, mi mancavano però tutte quelle conoscenze teoriche che sono fondamentali per acquisire una consapevolezza maggiore di questa professione.

“Prima di scoprire questa passione, studiavo tutt’altro. Solo quando è nato mio fratello ho capito quanto amo stare insieme ai bambini»

Raccontaci la giornata di una tata privata

In questo momento lavoro principalmente con due famiglie. La mattina sono in compagnia di due bambini, una di 1 anno e l’altro di 3 anni, a partire dalla colazione fino al pranzo. A loro propongo gioco libero in casa, ma anche qualche gita al parco o passeggiate all’aperto.

Nel pomeriggio, invece, seguo una bimba di 4 anni, e due bambini di 8 e 10 anni. Con la più piccola i giochi sono liberi e di sperimentazione, mentre gli altri due li aiuto anche durante i compiti e lo studio.

Ho iniziato anche a collaborare con una società sportiva che organizza attività per bambini dai 3 anni in su. A loro propongo esercizi divertenti per lo sviluppo dell’equilibrio e della coordinazione, ma anche qualche gioco di gruppo.

«Assistenti all’Infanzia si nasce. Ma poi bisogna crescere e migliorarsi, studiare e sviluppare competenze»

Hai qualche sogno nel cassetto?

Uno dei miei tanti sogni è lavorare in un Asilo Nido, spero di realizzarlo grazie all’Istituto Cortivo. E in futuro vorrei aprire un Asilo nel bosco per fare attività outdoor con i bambini.