Intervista a Amaralda Idrizi

Dopo una laurea triennale conseguita in Albania negli ambiti della matematica e della fisica, Amaralda Idrizi si è trasferita in Italia, a Pavia e si è iscritta al Corso dell’Istituto Cortivo per diventare Assistente all’Infanzia. Oggi ci racconta la sua esperienza da tirocinante alla Cooperativa Aldia di Pavia.

Ciao Amaralda, è stato difficile per te inserirti nel mondo del sociale?
Dopo la laurea triennale e il trasferimento, non sapevo davvero come inserirmi nel mondo del lavoro in Italia. Quando ho trovato i Corsi dell’Istituto Cortivo, ho colto al volo l’opportunità per un nuovo inizio, con l’obiettivo di mettere a frutto anche le mie competenze.

Descrivici la tua giornata alla Cooperativa Aldia di Pavia
Alla Cooperativa Aldia ho svolto il tirocinio e subito dopo aver concluso gli esami, sono stata richiamata per portare avanti la nostra collaborazione. In questa struttura mi sono occupata dei bambini del nido, dai 13 ai 36 mesi, in supporto alle Educatrici di riferimento. La giornata iniziava con l’accoglienza, il gioco libero, la merenda e continuava con le attività educative. Io seguivo in particolare un bambino con alcuni problemi di salute e una femminuccia con altre difficoltà.

«I bambini hanno tanto da dire, anche quelli che non sanno ancora parlare. Amo aiutarli e adoro vederli crescere giorno dopo giorno»

Che consigli daresti a chi sogna di fare il tuo stesso lavoro?
Ogni persona ha la sua strada da seguire. Chi ama il mondo del sociale, prima o poi trova il modo di inserirsi in qualche realtà, anche solo provando a fare un po’ di volontariato. Per lavorare con i bambini bisogna sviluppare molta pazienza e bisogna essere sempre, costantemente, pronti a trasmettere qualcosa. Non è semplice, ma se questa è la propria strada la si percorre con passione.

«Ci sono 3 cose fondamentali, per me, nella vita: stare con i bambini, donare amore e porsi sempre con rispetto»

 

Vuoi avere più informazioni sul Corso per Assistente all’infanzia e sulle altre specializzazioni?