Intervista a Caterina Lagonigro

Caterina Lagonigro di Porcia (PN) aveva un grande sogno: essere d’aiuto agli anziani. Oggi, dopo aver frequentato il corso all’Istituto Cortivo e aver svolto il tirocinio formativo, lavora in una casa d’accoglienza di Pordenone. Ecco la sua storia.

Ciao Caterina, che cosa ti ha spinta a scegliere di lavorare proprio con gli anziani?
Ho iniziato a pensarci quando ho dovuto assistere mia nonna. Lei mi ha dato tantissimo e mi ha fatto capire che gli anziani, e tutte le persone in generale, hanno bisogno di noi, di chi può dar loro un po’ di affetto e di aiuto, anche nelle piccole cose di ogni giorno. 

«Gli anziani hanno bisogno di noi, è questa consapevolezza il motore della mia passione»

In questo momento che cosa fai?
Lavoro alla Casa Anziani Ada & Alfredo Arcicasa di San Quirino, a Pordenone. Seguo gli anziani in tutti i momenti del giorno: dalla sveglia all’igiene, dalla colazione alla vestizione, dal bagno all’intrattenimento. Sto molto bene in questa realtà, mi sono affezionata anche a tutto il team e mi sento in famiglia. Sono felice della piega che ha preso la mia vita.

«L’Istituto Cortivo mi ha aiutata tantissimo, mi ha dato l’opportunità e tutto ciò che serviva per crearmi una nuova vita lavorativa»

Tu sei stata assunta dopo il tirocinio, com’è andata?
Sì, è vero, ho svolto il tirocinio nella casa di accoglienza in cui lavoro adesso. Le prime due settimane di luglio sono stata affiancata da un responsabile che ha notato subito la mia disponibilità con gli anziani e la mia velocità nell’imparare. In sostanza, diciamo che è stato premiato il mio desiderio di essere concretamente d’aiuto. 

«Io amo stare con gli anziani, li ascolto, sono sempre pronta a fare qualcosa per loro. È stata questa la carta vincente che mi ha inclusa nella squadra»

È stata una bella soddisfazione, immagino… 
Sì, molto, lavorare qui mi sta cambiando molto e ogni giorno imparo sempre di più. In questa struttura continuano ad arrivare nuovi residenti, anche al centro diurno, e io continuo ad arricchirmi di esperienze e di conoscenze. Le persone sono la vera ricchezza di questo settore. 

«Il mio lavoro in 3 parole? Soddisfazione, emozione, famiglia»

Hai qualche sogno per il futuro?
Spero tantissimo di poter continuare a lavorare qui perché mi sento bene e realizzata.