newsletter-giugno2013

Firenze 22-23 maggio: Sicool a convegno.

firenze-22-23-maggio-atterL’evoluzione della professionalità olistica
alla luce degli sviluppi normativi.

I nostri amici di Sicool ci hanno invitati al loro Convegno e noi siamo stati ben felici di partecipare a quella che è stata anche una festa per i 10 anni dell’Associazione.

Diversi professionisti si sono incontrati e confrontati sui temi dell’etica e della deontologia, della crescita professionale e soprattutto delle novità introdotte dalla legge 4 del 2013 che riconosce finalmente le cosiddette “professioni non regolamentate”.

Il convegno ha dato ampio spazio ad esperienze concrete, per far toccare a tutti con mano il radicale cambiamento che coinvolge il mondo delle relazioni d’aiuto; sono state inoltre condivise testimonianze, ricerche, “buone prassi”. Il tutto sotto l’alta ispirazione dell’art. 4 della nostra Costituzione: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, una attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.”

La nuova legge riconosce ad ogni cittadino il diritto di esercitare una professione in sintonia con i propri talenti e risorse e afferma l’esistenza di nuove professioni che affiancano le preesistenti in una logica di integrazione e completamento. In questo modo, tutela prima di tutto i clienti che potranno scegliere a quale professionista rivolgersi valutandone competenze e profili.

Il professionista che aderisce ad un’ associazione di categoria si impegna infatti in un percorso di formazione ed aggiornamento professionale continuo. Sceglie inoltre di essere parte di un network, di  un gruppo di professionisti con cui dialogare e costruire proposte a servizio di tutti gli aderenti.

Tutta la comunità Sicool, composta dal direttivo dai collaboratori, dai soci aderenti e dalla scuole di formazione accreditate (come l’Istituto Cortivo), si è messa in gioco per promuovere l’evoluzione del professionista consapevole e per condividere orizzonti comuni, sviluppare la coesione nel rispetto delle differenze, favorire l’incontro tra le scuole di formazione che si riconoscono in Sicool e promuovere network con altri portatori di interessi.

Proprio in questi giorni è stato presentato il  progetto Federcounseling che prevede la connessione tra diverse associazioni di categoria per i Counselor per definire una voce comune e promuovere una sempre maggiore attenzione ai temi di questa professione.

 

freccia torna alla NEWSLETTER