Dagli amici di Vita, una petizione contro lo “scippo” del 5 per mille dedicato alle associazioni, al non profit, alla ricerca.

Ce lo stanno dicendo in tutte le salse: la crisi economica che stiamo vivendo è probabilmente peggiore, più lunga e se possibile più globale di quella del ’29. E noi capiamo bene come lo Stato, a corto di risorse, cerchi di racimolarne ovunque: una tassa qua, un balzello là… il meccanismo è ben noto a tutti.

Non tutti sanno però che nel biennio 2010-2011 proprio lo Stato ha sottratto ai fondi del 5 per mille, espressamente e volontariamente destinati dai contribuenti ad associazioni e organizzazioni non profit, a cooperative sociali, enti di ricerca, ecc., quasi 172 milioni di euro, che corrispondono a circa il 20% della cifra raccolta.

Una sottrazione occulta, che non sarebbe mai emersa se non ci fosse stata, in proposito, un’interrogazione parlamentare.

Vita invita tutti noi a firmare la petizione on line pubblicata sul suo sito per portare a conoscenza di tutti e fermare quello che è un vero e proprio scippo compiuto ai danni dei contribuenti. E di tutto il Terzo Settore.

Se anche tu vuoi firmare, clicca qui.