Counselor: un professionista riconosciuto. Approvata la legge.

 

Sono milioni i professionisti coinvolti nella riforma della legge che disciplina le attività professionali non organizzate in ordini o collegi, approvata ieri, 19 dicembre 2012: tributaristi, interpreti, traduttori e naturalmente counselor. La lista non termina qui, le numerose nuove professioni che si sono sviluppate negli ultimi anni in Italia festeggiano una conquista attesa da tempo. 

 

La legge, definita “Disposizioni in materia di professioni non regolamentate” sancisce, in 11 articoli, regole non obbligatorie che garantiscono lo standard qualitativo elevato dei professionisti iscritti alle associazioni presenti nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico. 

 

Ogni associazione avrà inoltre la possibilità di monitorare periodicamente la formazione dei professionisti e avviare corsi, workshop e seminari di aggiornamento; rilasciare certificazioni per i propri iscritti e aprire sportelli di tutela in caso di contenziosi tra professionisti e clienti. Non sarà obbligatorio alcun documento per l’esercizio della professione: ogni singolo operatore potrà infatti scegliere la modalità di lavoro più consona alla propria attività. 

 

Una vittoria per tutte le associazioni, Sicool in primis, che si sono battute con determinazione per tagliare un traguardo senz’altro storico. Una vittoria che anche noi del Cortivo salutiamo con grande soddisfazione.