INTERVISTA AD ELEONORA BERARDI

Ho scoperto l’Istituto Cortivo grazie a una mia ex compagna del liceo. È stata lei a passarmi gli opuscoli che illustravano le varie proposte formative. Dopo averli letti mi sono incuriosita e così, dopo aver approfondito l’argomento con l’Informatore Didattico, mi sono iscritta al corso per Operatore Socio Assistenziale per l’infanzia.

Esordisce così Eleonora Berardi, oggi “assistente dell’insegnante” in una scuola materna privata paritaria di Torino sovvenzionata dal Comune. Giovane e simpatica, con un diploma di maturità del liceo socio-psico-pedagogico, Eleonora ha terminato il suo iter formativo nel settembre del 2007 e ha iniziato a lavorare subito dopo.

Non avevo ancora smaltito l’euforia per l’attestato ottenuto con il massimo dei voti che già avevo spedito il mio curriculum in varie strutture per l’infanzia della città. Mi ero preparata a trascorrere un lungo periodo di attesa e invece sono stata chiamata il giorno dopo. Una vera fortuna, anche perché molte mie amiche con una formazione simile alla mia sono da tempo in cerca di lavoro…

Forse non è stata solo fortuna. A imporsi all’attenzione di chi ti ha selezionato è stata probabilmente la qualità della tua formazione, la sicurezza con cui ti sei presentata…

Ha contato molto l’eccellenza della struttura in cui ho svolto il tirocinio. Si tratta della Scuola Materna Il Boschetto, senza dubbio una delle più prestigiose della città, inserita fra le prime sei migliori scuola per l’infanzia d’Europa. Ricordo quel periodo con gioia. Ho trovato insegnanti capacissime, molto disponibili, in grado di trasmettermi concretamente la loro esperienza. Il tirocinio non solo ha completato l’ottima formazione teorica acquisita con l’Istituto Cortivo, ma mi ha dato anche l’opportunità di confrontarmi con le mie reali capacità di stare con i bambini.

Parlaci del tuo lavoro…

Sono stata assunta con il ruolo specifico di assistente all’insegnante e, spesso, gestisco da sola alcuni laboratori. Seguo circa venti bambini e mi sembra di farlo piuttosto bene. Lo confermano anche le altre educatrici e la soddisfazione che mi esprimono molti genitori.

Di che genere di laboratori si tratta?

Attualmente lavoro su temi musicali con i bimbi più grandi: costruisco con loro strumenti con materiali di recupero, li stimolo a cogliere le differenze tra musica e rumore, favorisco i primi approcci con vari strumenti musicali… In precedenza mi sono cimentata con il teatro. È stato molto bello il laboratorio con i bimbi di quattro anni che aveva come tema conduttore gli animali: ne abbiamo imitato i movimenti e i versi, abbiamo costruito le maschere, danzato con la musica e infine realizzato gli scenari per lo spettacolo, che è stato un vero successo!

Cosa desideri per il tuo futuro?

Anzitutto poter condurre una classe tutta mia e poi specializzarmi ulteriormente apprendendo le più diverse tecniche per la conduzione di laboratori per l’infanzia e attività ludiche.

Allora ti aspettiamo ai seminari di aggiornamento professionale che l’Istituto Cortivo organizza regolarmente a Padova..

Interessante, visiterò il sito e mi terrò aggiornata su questa possibilità.