INTERVISTA A ZAIRA MARELLA

“Ho fatto l’operaia nei calzaturifici per quindici anni, esattamente per metà della mia vita, ma oggi tutto è cambiato: da tre settimane lavoro in un micronido dove svolgo anche un ruolo educativo e seguo le attività didattiche”.

Dalle parole di Zaira Marella, residente a Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova e oggi Operatrice Socio Assistenziale per l’Infanzia con attestato ricevuto dall’Istituto Cortivo, traspare tutto l’entusiasmo per questa sua nuova collocazione professionale. Ma come è stato possibile un passaggio così radicale? Qual è la sua storia? Seguiamo il suo racconto…

“Circa dieci anni fa ho iniziato un’attività di volontariato con la Croce Rossa. Si trattava di aiutare persone anziane in difficoltà ed operare in quell’ambiente mi ha fatto capire che ero naturalmente portata per impegnarmi nel sociale. A quel punto il passo è stato breve. Perché, ho pensato, questa attività non può diventare il mio lavoro? Ed è stato così che ho iniziato a cercare qualcosa che potesse aiutarmi in questa direzione e, quando mi è capitata fra le mani una rivista con la pubblicità dei corsi dell’Istituto Cortivo, ho inviato il coupon, ho superato il test propostomi dall’informatore didattico che è venuto a casa mia e mi sono iscritta”.

Per quale specializzazione?

“Ho scelto l’infanzia, perché avevo già avuto esperienze con gli anziani e volevo confrontarmi con un settore dove la vita fosse ancora in crescita, piena di novità e di speranze”.

Com’è andato il corso di studi?

“Benissimo, ho impiegato un po’ di più del tempo previsto perché dovevo abbinare studio e lavoro, ma ho trovato un ambiente splendido, insegnanti e responsabili disponibili, sempre pronti a dare supporto e giusti consigli. Ho finito l’anno scorso, a maggio, dopo un tirocinio davvero coinvolgente in un centro di pronto intervento per donne in difficoltà. Ho visto tanti bambini sofferenti, ma ho anche imparato a lavorare in équipe, a osservare gli utenti, a correggere i comportamenti e a far rispettare le regole”.

E dopo cosa hai fatto?

“A settembre ho finalmente potuto lasciare il mio lavoro da operaia perché sono stata assunta come ausiliaria ai servizi scolastici dalla Cooperativa Olinda. Facevo assistenza nel pulmino dell’asilo e ho ricoperto anche alcune sostituzioni durante le quali ho avuto modo di relazionarmi con i piccoli, alcuni con problemi di attenzione, altri autistici”.

Ma adesso lavori in un micronido…

“Sì, da settembre scorso le cose sono cambiate ancora. Ho seguito nel frattempo i corsi per ASA e OSS per cui oggi oltre a un’OSA sono anche un’Ausiliaria Socio Assistenziale e un’Operatrice Socio Sanitaria. Poi, neanche un mese fa, sono stata spostata dalla stessa Cooperativa Olinda in un micronido dove svolgo funzioni diverse, mi occupo della sanificazione ma anche delle attività con i bambini. Sto accumulando tante esperienze, mi piace”.

Per il futuro che programmi hai?

“Continuare a studiare. Per prima cosa vorrei prendere un diploma e poi iscrivermi al corso di laurea triennale in Scienze Tecniche Psicologiche al quale vorrei aggiungere un master biennale in Counseling per Immagine Creativa. L’Istituto Cortivo mi ha dato le basi, mi ha aperto la strada: adesso non mi fermo più!”.