INTERVISTA A VIVIANA BRUNETTA

"Il mio sogno è sempre stato quello di lavorare nel campo educativo – racconta Viviana Brunetta di Montebelluna in provincia di Treviso – ed è per questo che mi sono iscritta all’Istituto Magistrale".

Oggi, forte anche dei due attestati di OSA per l’infanzia e i disabili conseguiti con l’Istituto Cortivo, Viviana svolge la professione di educatrice presso l’asilo nido La Mongolfiera di Volpago del Montello.

"È un asilo molto bello, gestito per il Comune da una cooperativa sociale. Ci sono 32 bambini dai tre mesi ai tre anni seguiti da un’èquipe composta da cinque operatrici con cui vado molto d’accordo. La struttura è ampia e accogliente, con un piacevole giardino dove i bambini possono giocare all’aperto. Sono molto soddisfatta: l’asilo è a soli sette chilometri da casa e il mio è un contratto a tempo indeterminato…".

In che modo si inserisce nella tua storia il percorso fatto con l’Istituto Cortivo?

"Dopo il diploma non mi sentivo pronta per iscrivermi all’Università, ma volevo comunque continuare la mia formazione per acquisire maggiore professionalità. Ho trovato l’Istituto Cortivo su internet e mi è sembrato subito la soluzione ideale".

Quali sono gli aspetti che ritieni più importanti di questa esperienza?

"La didattica, ad esempio: molte materie le avevo già affrontate alle magistrali, ma in modo teorico, prettamente scolastico e cpn il Cortivo ho potuto approfondirle nei loro risvolti più concreti. Penso a igiene e pronto soccorso, oggi posso dire che spesso mi ritrovo ad applicare queste tecniche nella mia quotidianità di lavoro".

Immagino che per te siano stati importanti anche i tirocini…

"Hanno certamente contribuito ad accrescere le mie competenze. Sono stata tirocinante per l’infanzia in due asili nido dove ho imparato la pratica sul campo, e poi per la disabilità presso una casa famiglia con CEOD. Anche in questo caso ho appreso molto, da tutti i punti di vista, umano e professionale".

Come hai trovato lavoro?

"Finita la scuola ho spedito il mio curriculum in diverse strutture per l’infanzia. Sei mesi prima di terminare con l’Istituto Cortivo mi è giunta la proposta dell’asilo La Mongolfiera. Oggi svolgo un ruolo di supporto a un’educatrice con cui collaboro per tutte le attività ludico-educative. Sono felice, ogni mio desiderio è stato esaudito e questo anche grazie a tutto ciò che ho appreso grazie al vostro Istituto. Chissà, forse un giorno, forte delle esperienze maturate nel tempo, aprirò un asilo tutto mio…".

Hai mai partecipato ai seminari organizzati a Villa Ottoboni?

"Certo, e devo dire che sono sempre arricchenti dal punto di vista professionale. Ho partecipato a quello dedicato ai bambini autistici e iperattivi. Mi è piaciuto l’approccio: temi complessi sono stati trattati in modo chiaro e comprensibile, con tantissime, utili indicazioni su come affrontare e risolvere in modo semplice situazioni problematiche. In questo senso l’Istituto Cortivo è davvero unico".