INTERVISTA A SONIA DA FIUME

Dopo aver ottenuto nel 1994 il diploma di Ragioniere – Perito Commerciale, Sonia Da Fiume ha conseguito nel 2004, presso l’Istituto Cortivo, l’attestato di Operatore Socio Assistenziale per l’Infanzia. Un riorientamento degli studi che sottintende un importante cambiamento anche nelle aspettative di vita e di lavoro. Perché Sonia ha deciso di abbandonare una possibile professione contabile per dedicarsi invece ai bambini? Ce lo spiega lei stessa…

In realtà tutto è dipeso dalla nascita del mio fratellino più piccolo. Stavo per conseguire il diploma di ragioniere quando mi sono trovata tra le braccia questo bimbetto da amare che mi attirava in modo irresistibile. È stato in quel momento che ho capito che se volevo trovare un lavoro che mi piacesse dovevo investire tutta me stessa per formarmi nel campo dell’infanzia. E così ho fatto. Mi sono data disponibile per lavorare come volontaria in varie situazioni e ho frequentato con soddisfazione il corso dell’Istituto Cortivo che mi ha aperto le porte al mondo dell’assistenza all’infanzia

Cosa fai attualmente?

Lavoro presso l’asilo nido Pollicino di Pineto, in provincia di Teramo. È una realtà privata, nella quale ho avuto modo di conseguire l’attestato di Educatrice alla Prima Infanzia, ed è un impegno che mi piace anche se non è proprio il lavoro dei miei sogni.

Ovvero?

Mi piacerebbe tantissimo lavorare con i bambini in difficoltà. Ho già avuto un’esperienza in una casa famiglia a circa due ore da dove vivo dove c’erano bimbi per vari motivi allontanati dai genitori. Ancora adesso ogni tanto vado a trovarli per rinfrescare tanti magnifici ricordi. Inoltre tutte le domeniche opero come volontaria in un’altra casa famiglia, Casa Madre Ester, con bambini abbandonati in attesa di adozione. Poi collaboro due volte al mese con un’associazione, L’Angelo Custode, attiva nel recupero e assistenza sanitaria a bambini di strada. Amo lavorare con questi piccoli in difficoltà, sento che hanno davvero bisogno di qualcuno vicino a loro. Mi sento più utile quando posso dare aiuto a quest’infanzia disagiata e sarei molto felice se potessi lavorare ogni giorno in questo senso. Ma per il momento mi accontento di quello che sto facendo. Seguo comunque dei piccoli, anche se alle volte mi sembrano viziati e troppo riempiti di attenzioni, e ho l’occasione di mettere in pratica tante nozioni che avevo appreso in teoria durante il corso dell’Istituto Cortivo.

Abbiamo letto nel tuo curriculum che conosci l’inglese e il francese…

Sì, parlo e scrivo abbastanza bene entrambe le lingue. Questo mi darebbe delle possibilità anche nel rapporto con bambini stranieri. Anche loro hanno tanto bisogno di essere capiti e amati. Per questo sto considerando anche la possibilità di seguire il corso dell’Istituto Cortivo per Operatore Multiculturale ma, in questo momento, non ne ho proprio la possibilità. Vedremo nel prossimo futuro…