ev-inf

Intervista a Marilena Truccone

TRU

Marilena Truccone di Carmagnola (TO) è una mamma, una donna in carriera e anche un’Assistente all’Infanzia. Con il nostro corso, è riuscita a coniugare la famiglia con gli studi e con il lavoro per realizzare il suo sogno di lavorare con i bambini.

 

Ciao Marilena, tu lavori nella stessa struttura in cui hai svolto il tirocinio. Raccontaci com’è andata questa esperienza.

Diciamo che ho avuto fortuna perché ho svolto il tirocinio in un periodo in cui non c’erano altri tirocinanti e una maestra doveva essere sostituita per maternità. Questa coincidenza mi ha dato l’opportunità di restare più a lungo all’interno della struttura e, un po’ alla volta, di diventare una figura necessaria. Io ovviamente ci ho messo del mio e mi sono impegnata molto, ma non me l’aspettavo perché era da molto tempo che non assumevano in questo asilo.

«Predisposizione e pazienza: per lavorare con i bambini sono fondamentali tutte e due queste caratteristiche»

Raccontaci la tua giornata tipo
La mattina ho un ruolo molto dinamico perché copro e sostituisco le colleghe tra un turno e l’altro, do una mano a chi ha più bisogno e seguo i bambini con difficoltà. Non ho una posizione fissa e questo mi permette di vedere tantissimi bambini, di conoscere le loro abitudini, di osservarli mentre cambiano. Nel pomeriggio, sono nella sezione dei bambini dagli 8 ai 18 mesi e mi occupo della nanna insieme ad altre 3 colleghe. Alla fine della nanna, facciamo merenda e aspettiamo insieme i genitori.

Sei soddisfatta del tuo percorso formativo?
Assolutamente sì, sono contentissima. Ho impiegato un po’ più del previsto per finire perché al tempo lavoravo in un negozio, avevo un bambino piccolo e studiavo in pausa pranzo, ma alla fine ce l’ho fatta ed è andata bene.

«Durante il corso e la preparazione degli esami sono stata seguita benissimo, ho sempre trovato docenti molto disponibili e competenti»

Come ti svegli la mattina pensando alla tua giornata lavorativa?
Io sono sempre molto felice di andare al lavoro, per quanto sia stancante è davvero bello. Diciamo che la mattina parto sempre un po’ trafelata perché ho un bambino di 9 anni e uno di 20 mesi, ma quando arrivo all’asilo mi si scalda il cuore.

«Ho la fortuna di lavorare con un team fantastico. Mi trovo bene con tutti, dalle colleghe alla coordinatrice alle cuoche»

E la sera come ti senti?
Mi sento bene! È una novità per me perché arrivo da una realtà lavorativa molto più dura, quando lavoravo in un negozio non tornavo mai a casa prima delle 20.30 mentre adesso ho molto più tempo anche per stare con i miei figli.