INTERVISTA A MANUELA VICIDOMINI

Oltre ad essere un’Operatrice Socio Assistenziale per l’Infanzia con attestato conseguito presso l’Istituto Cortivo, da luglio scorso Manuela Vicidomini è anche maestra di pianoforte, titolo ottenuto dopo dieci anni di Conservatorio a Pavia, la città in cui vive. Attualmente lavora presso l’Asilo nido ‘I Piedini’, lo stesso in cui ha svolto il tirocinio.

"Ho iniziato il tirocinio nel giugno del 2010 e quando ho saputo che presto sarebbe andata via un’educatrice, ho chiesto se potevo sostituirla. Evidentemente avevo fatto una buona impressione, perché le persone con cui lavoravo si sono dimostrate molto disponibili, e il giorno dopo la conclusione del tirocinio sono stata assunta".

Iscriverti all’Istituto Cortivo ti ha portato fortuna, ma cosa ti ha spinto a compiere questa scelta?

"Il desiderio di poter contare su un’opportunità in più per entrare nel mondo del lavoro. Avevo già un’esperienza con i bambini maturata in tre anni di attività come docente di musica alle scuole elementari, una bellissima situazione purtroppo terminata anche a causa dei tagli all’istruzione. Stare con i bambini mi era però piaciuto molto e, conoscendo già l’Istituto Cortivo attraverso una mia nipote che lo stava frequentando, ho pensato che poteva rappresentare l’occasione che cercavo. E, in effetti, è proprio grazie alla formazione dell’ Istituto Cortivo che ho potuto iniziare a lavorare ed ad avere una mia autonomia economica".

Come è andata con gli studi?

"Molto bene. Mi sono sentita subito coinvolta e tutto lo staff del centro didattico ha sempre espresso grande attenzione nei miei confronti. Le materie, poi, erano davvero interessanti, al punto che di attestati ne ho conseguiti due, uno per l’infanzia e uno per i disabili".

Ti piace il tuo lavoro?

"Sì, ho imparato molto dal tirocinio e dall’osservazione diretta delle educatrici. Mi occupo di tutte le fasce d’età, dai neonati ai bimbi di tre anni".

Hai progetti per il futuro?

"Anzitutto sto per cambiare ambiente di lavoro. Il prossimo sarà sempre un asilo nido e a dirigerlo sarà una persona con cui ho lavorato nell’ultimo periodo e che stimo molto, ma ci sono altri progetti in corso d’opera: sto frequentando una Scuola per Dirigente di Comunità e continuo ad essere inserita in graduatoria come insegnante di musica nelle scuole. L’ho detto, voglio tenermi aperte tutte le opportunità per lavorare con i bambini e nel sociale".

E nel frattempo…

"Lavoro, studio e suono, Mahler, Bach, Mozart, Beethoven… Li adoro".