INTERVISTA A KATHIA FAES

Un lavoro come ragioniera e una breve esperienza, a 17 anni, come assistente al fianco di una signora ammalata di Alzheimer. Questa la storia di Kathia Faes, di Cinisello Balsamo in provincia di Milano, sino all’arrivo dei suoi bimbi, che oggi hanno sei e cinque anni. Sono proprio loro che la spingono a desiderare un lavoro più creativo, a contatto con la dimensione giocosa del mondo infantile. Così lo scorso settembre Kathia decide di dare una svolta alla sua vita iscrivendosi al Corso per Operatrice Socio Assistenziale per l’Infanzia.

"Sono solo agli inizi e ho dato un esame. Ma non demordo, anche se l’idea di affrontare gli orali mi spaventa un po’. Sono molto motivata e ho grandi progetti…".

Nel frattempo continui a lavorare in ufficio. Cosa ti ha spinto a cercare nuove strade professionali?

"Senza dubbio l’esperienza di essere madre e il contatto con la scuola. Stare con i miei bambini ha stimolato la mia fantasia, mi sono appassionata alle attività manuali e mi sono divertita ad apprendere diverse tecniche che poi ho sperimentato concretamente con i miei figli. L’esperienza più forte sono stati alcuni atelier organizzati a casa mia in occasione del matrimonio della maestra dei miei bimbi. Piccoli laboratori con nove bambini alla volta da tre ai sei anni dove abbiamo fatto di tutto, dai lavoretti con la tecnica della punteggiatura alle collanine, dagli album portafoto ai portagioie… Abbiamo utilizzato i materiali più diversi, carta, mais, ecc. E’ stato un periodo bellissimo, che mi ha dato una grande carica".

Kathia, noi ci siamo incontrate in occasione dell’ultimo corso di Impresa Sociale. Questo mi fa pensare che hai dei progetti per il futuro…

"Vorrei aprire uno spazio gioco pomeridiano con atelier creativi per bambini dai sei ai dieci anni. Ma non qui a Cinisello Balsamo, dove attualmente vivo, bensì a Formigine, in provincia di Modena, dove ho intenzione di trasferirmi con la famiglia".

Grandi cambiamenti da tutti i punti di vista…

"A Milano strutture come quella che ho intenzione di avviare ce ne sono già molte. A Formigine, invece, c’è più domanda e ci sono anche maggiori opportunità di finanziamenti agevolati. E’ anche la dimensione ideale per vivere bene e crescere i bambini".

Ti è stato utile il Corso Impresa Sociale organizzato dall’Istituto Cortivo?

"Sì, assolutamente. Ho avuto le informazioni che cercavo e non solo: c’era un clima straordinario, si era creata una grande empatia con gli insegnanti e gli altri partecipanti. Un’esperienza davvero intensa anche dal punto di vista umano".

Qualcosa mi dice che ti vedremo la prossima primavera tra i protagonisti del Seminario di aggiornamento…

"Ho recentemente visto il DVD e sono entusiasta all’idea di partecipare. Ho un grande desiderio di apprendere nuove tecniche, so già che mi saranno molto utili per la struttura che voglio aprire".

Ha già un nome?

"Si chiamerà Laboratorio dei Piccoli Artisti e vedrà la luce, se tutto andrà bene, tra poco meno di un anno…".