INTERVISTA A JOSEPHINE RIZZO

Da ragazzina, finita la scuola media, Josephine Rizzo di Tradate in provincia di Varese avrebbe voluto iscriversi all’Istituto Magistrale. Purtroppo però, si sa, a quell’età è difficile seguire con determinazione i propri sogni e così invece di seguire gli studi in ambito educativo, si iscrisse al Liceo Scientifico. Le sue ambizioni, però, non si sono perse e oggi, dopo l’attestato come Operatore Socio Assistenziale per l’infanzia conseguito con l’Istituto Cortivo, collabora in qualità di assistente educativa con una Cooperativa Sociale di Busto Arsizio che si occupa di sostegno agli alunni della scuola elementare.

Il tuo è stato un percorso lineare: ti sei iscritta, hai dato velocemente gli esami e poi hai subito iniziato a lavorare. Vuoi raccontarci come è andata?

"È molto semplice: finito il liceo niente mi vietava di iscrivermi a Scienze della Formazione ma mi sentivo totalmente impreparata all’esperienza universitaria, gli studi che avevo seguito erano completamente estranei alle materie che avrei dovuto studiare… Però il pallino mi era rimasto… Comunque iniziai a lavorare, tutti lavoretti saltuari, dalla commessa all’operaia. Poi è capitato che un giorno, al Centro per l’Impiego del mio Comune, ho trovato un depliant dell’Istituto Cortivo: sembrava interessante e soprattutto compatibile con i miei impegni lavorativi".

Come è andata?

"Benissimo. Le materie erano interessanti e potevo studiare in libertà senza vincoli di frequenza. Non ho avuto problemi per gli esami e mi sono ritrovata con l’attestato in mano nel maggio del 2009".

Avrai prima svolto il tirocinio…

"Certamente. È stata un’esperienza formativa fondamentale, che ho condotto presso una Casa Famiglia gestita da una coppia con tre figli, affidataria di cinque bambini dai 3 ai 4 anni. Marito e moglie erano supportati da un’educatrice. Grazie a loro ho potuto crescere molto dal punto di vista professionale".

Dopo l’attestato hai spedito in giro il tuo curriculum?

"Sì e la risposta che aspettavo è arrivata circa sei mesi dopo: la Cooperativa City Service di Busto Arsizio, avendo apprezzato la mia formazione e il tirocinio che avevo svolto, mi ha proposto di lavorare come assistente educatrice nel campo del sostegno. Inizialmente mi hanno impiegato in un centro estivo poi, verificata la mia professionalità, mi hanno assunta con un contratto a tempo determinato".

Raccontaci del tuo lavoro…

"Attualmente seguo minori in età scolare con difficoltà di apprendimento. Sono bambini affetti da ritardi brevi (quindi recuperabili), come dislessia, disturbi dell’attenzione… Li supporto didatticamente nella lettura e nella scrittura. È un lavoro che mi sta dando molte soddisfazioni, mi sento finalmente realizzata e questo grazie anche all’Istituto Cortivo".