INTERVISTA A GRAZIA GIURDANELLA

Si chiama “Peter Pan” ed è il nuovo asilo nido con ludoteca di Frigintini, vivace frazione di Modica in provincia di Ragusa. A condurlo con la socia Annalisa Occhipinti è l’ex allieva dell’Istituto Cortivo Grazia Giurdanella, Operatore Socio Assistenziale per Infanzia dal 2005.

Ho terminato gli studi nel mese di maggio e l’ottobre successivo ho partecipato al corso di formazione Impresa Sociale organizzato a Villa Ottoboni dall’Istituto Cortivo. Dopo gli studi e il tirocinio mi sentivo pronta ad avviare un’attività per conto mio e così, assieme alla mia amica Annalisa, insegnante, abbiamo deciso di aprire un asilo nido o, come si dice oggi, un baby parking con servizio di ludoteca il pomeriggio.

Ti è servito partecipare al corso di Impresa Sociale?

Molto, soprattutto per la stesura del progetto. Mi ha fornito tutte quelle conoscenze necessarie a chi decide di entrare nel sociale con spirito imprenditoriale.

Avevi già avuto una buona esperienza con l’Istituto Cortivo?

Ottima. Dopo gli studi di ragioneria non volevo continuare quel percorso professionale e non avevo nessuna intenzione di iscrivermi all’Università. Così, quando ho saputo di questa possibilità, ne ho subito approfittato. Oggi sono contenta della mia scelta: l’Istituto Cortivo mi ha dato solide basi teoriche e pratiche per lavorare bene con i bambini.

Raccontaci di “Peter Pan”…

Abbiamo inaugurato l’asilo lo scorso mese di marzo, una struttura di alta qualità che tra breve usufruirà del marchio Cortivo Baby Planet. Oggi seguiamo circa una ventina di bambini dagli 11 mesi ai 3/4 anni. Alcuni vengono anche tutti i giorni, altri frequentano più saltuariamente. La struttura è molto accogliente, colorata con tutte le sfumature dell’arcobaleno. Ci sono stanze riservate alla cura dei divezzi, un salone dove si gioca e si fanno attività, un altro salone suddiviso tra cucina e zona mensa, un dormitorio, i bagni, un bell’ingresso con un grande Peter Pan dipinto sulle pareti e, fuori, un giardino di 120 metri quadrati. A gestire la struttura con varie mansioni siamo in quattro: io e la mia socia, l’operatrice della ludoteca Marilena Fede e, come aiuto cuoca, mia mamma, Giorgia Di Rosa.

Era un servizio che mancava a Frigintini?

Diciamo che nel mio paese una struttura come la nostra è apprezzata soprattutto per la sua funzione socializzante. Di madri che lavorano non ce ne sono tantissime… Comunque devo dire che l’arrivo di ‘Peter Pan’ è stato molto apprezzato dai miei compaesani e i genitori che hanno scelto di portare qui i loro bambini di certo non se ne sono pentiti, anzi… D’altra parte noi ci mettiamo non solo tutto il nostro entusiasmo ma anche la nostra professionalità. Io, ad esempio, per sguire ancora meglio i bambini, in questi anni sono diventata anche animatrice socio-culturale e ho seguito un corso di clownterapia. L’aggiornamento, infatti, è fondamentale per chi opera nel mondo dell’infanzia”.

Quali sono state le maggiori soddisfazioni in questi primi tre mesi di lavoro?

Gli inserimenti ben riusciti. Ci sono stati casi di bambini che agli inizi avevano grandi difficoltà a staccarsi dalle mamme. E, invece, superato il pianto iniziale, si sono inseriti benissimo e ora arrivano il mattino con il sorriso sulle labbra e le braccine tese… Bellissimo!

Quali progetti avete per il futuro?

Anzitutto incrementare le iscrizioni a partire già da settembre. L’ideale sarebbe arrivare alla soglia dei trenta bambini in età da asilo nido. Poi vorremmo promuovere maggiormente la ludoteca, fare in modo che diventi un punto di riferimento per chi crede nel valore fondamentale del gioco creativo, quello capace di offrire ai bambini un tempo libero veramente sano, gioioso e divertente.