INTERVISTA A FRANCA GARGAGLIONE

È stata la sorella a segnalare a Franca Gargaglione la pubblicità dei corsi di formazione dell’Istituto Cortivo pubblicata su un settimanale.

Sì, dopo il diploma come geometra ho svolto vari lavoretti saltuari, ma non riuscivo a individuare uno sbocco certo per il mio futuro. Poi mia sorella mi ha fatto vedere la rivista con la pubblicità dell’Istituto Cortivo. Mi hanno colpito le informazioni che riguardavano il corso per Operatore Socio Assistenziale per infanzia . Mi piacciono molto i bambini e l’idea di poter lavorare con loro era davvero molto attraente…

E così ti sei iscritta.

Certo, e non me ne sono mai pentita. Sono stata seguita molto bene e l’attestato che ho conseguito mi ha consentito di trovare subito un lavoro a tempo indeterminato.

In che struttura lavori?

In realtà svolgo assistenza a domicilio per conto della Cooperativa Sociale Auxilium di Senise, in provincia di Potenza. Seguo ormai da tre anni un bimbo con problemi motori e leggero ritardo mentale. Trascorro con lui tutti i pomeriggi per un totale di dodici ore la settimana: mi occupo della sua pulizia personale, lo accompagno a passeggio, lo seguo nello svolgimento dei compiti scolastici. Abbiamo un bel rapporto, fatto di coccole e molto affetto… Sono uno dei suoi punti di riferimento. Ricordo un fatto: eravamo per la strada e lui, a un certo punto, mi ha lasciato la mano e ha corso il rischio di finire sotto una macchina. Per lo spavento l’ho sgridato molto. Lui fino a casa non mi ha parlato ma poi mi ha chiesto scusa… Insomma, a me ci tiene davvero, non vuole deludermi!

Sappiamo che ti sei iscritta anche ai corsi di formazione dell’Istituto Cortivo come Operatore Socio Assistenziale per disabili e per anziani.

Sono i campi d’intervento dell’Auxilium, la struttura per cui lavoro. Tra breve inizierò il nuovo tirocinio.

Dove lo svolgerai?

Presso lo stesso centro dove ho svolto il tirocinio precedente. Si tratta di un Centro Terapeutico Riabilitativo, un ambiente dove ho imparato molto e dove sono sicura che imparerò ancora qualcosa di nuovo.

E la tua passione per i bambini?

Continua a esserci. Anzi, grazie al lavoro svolto sino ad ora, ho potuto fare l’esperienza di lavorare contemporaneamente nell’ambito dell’infanzia e della disabilità. Il bimbo che seguo appartiene a entrambe le categorie. Grazie a questa esperienza è aumentata anche la mia sensibilità. La mia non è più una passione generica per i bambini… Si è trasformata in vero amore per un lavoro che richiede pazienza, disponibilità e calore umano. Con i nuovi attestati potrò inoltre mettermi alla prova anche con gli adulti, siano essi anziani o disabili.