Guida ai servizi educativi

Cosa sono i servizi educativi?

Per servizi educativi si intendono tutte quelle prestazioni a sostegno delle famiglie e dei minori erogati da istituzioni pubbliche o da imprese sociali private. Si tratta di un mondo estremamente vario e articolato, del quale fanno parte tutta una serie di realtà dedicate all’infanzia, ognuna con proprie specifiche caratteristiche e un ben preciso ruolo di accoglienza ed assistenza.

Gli asili nido

Gli asili nido, sempre più numerosi anche sotto forma di asili nido aziendali o micronidi autorganizzati dalle mamme, ospitano bambini da 0 a 3 anni. Rivolti a favorire la più armoniosa crescita dei loro piccoli ospiti, organizzano in ambienti protetti e sicuri tutta una gamma di iniziative che, basate su situazioni di gioco collettivo, hanno come finalità l’armonioso sviluppo del bambino nelle aree cognitiva, affettiva e sociale.

Le scuole materne o scuole per l’infanzia

Le scuole materne o scuole per l’infanzia accolgono invece bambini dai 3 ai 5 anni. Qui l’aspetto ludico, comunque presente, viene integrato da attività finalizzate alla crescita e all’apprendimento, allo sviluppo motorio e al raggiungimento di più alti livelli di socialità e autonomia. In questo contesto la personalità di ogni bambino viene valorizzata attraverso modalità didattiche orientate a promuovere il suo sapere e il suo saper fare.

Le ludoteche

Le ludoteche sono luoghi destinati a bambini e ragazzi dai tre ai quattordici anni. Come si può evincere dal loro nome, sono centri ricreativi, educativi, sociali e culturali in cui il tema centrale è il gioco e il cui fondamentale scopo è di migliorare la qualità della vita infantile.

I centri di sostegno scolastico

I centri di sostegno scolastico offrono un servizio di supporto per bambini e ragazzi con difficoltà di apprendimento. Aperti il pomeriggio, prevedono attività che non si fermano al fare i compiti per il giorno seguente ma si inseriscono invece in un progetto specifico per ogni studente, messo a punto con l’insegnante, mirato a superare definitivamente il problema.

I centri estivi

I centri estivi vengono organizzati per accogliere bambini e ragazzi durante le vacanze scolastiche. Supervisionati da operatori ed educatori professionali, si svolgono per lo più all’aperto e sono indirizzati a far conoscere ai piccoli altre realtà proponendo un mix di iniziative tra il ricreativo, lo sportivo e il culturale.

Tante realtà per altrettante prospettive occupazionali

I servizi educativi richiedono dunque strutture specializzate, diverse per dimensione e impostazione, in cui la qualità dei servizi dipende sempre e comunque dal contenuto del progetto educativo e dalla professionalità dell’équipe, di solito composta da insegnanti, psicologi e da un adeguato numero di Operatori Socio Assistenziali.

Operatore Socio Assistenziale per l’infanzia, una figura fondamentale

Gli OSA sono operatori addetti all’assistenza con formazione specifica nell’ambito dell’infanzia e dell’adolescenza che, in possesso di approfondite conoscenze teoriche e forti di competenze pratiche acquisite attraverso un periodo di tirocinio presso strutture qualificate, assistono i minori basando la relazione su aspetti fondamentali quali il rispetto delle fasi evolutive del bambino, l’attenzione ai suoi bisogni, l’ascolto, lo stimolo al gioco e alle attività di socializzazione.